65 views

L’Apu Old Wild West Udine non si dimentica come vincere: espugnato il PalaMoncada

2 Marzo 2024

L’Apu Old Wild West Udine torna a giocare una partita ufficiale dopo oltre 20 giorni ma non si dimentica come si fa a vincere. I bianconeri espugnano il PalaMoncada con il risultato di 70-82 contro Agrigento. MVP della partita Marcos Delia, autore di una prestazione da 17 punti e 6 rimbalzi, per una valutazione complessiva di 24. Per coach Vertemati il quintetto iniziale è composto da Monaldi, Clark, Ikangi, Gaspardo, Delia.

È Chiarastella ad aprire la partita con un canestro dall’arco: immediata la replica di capitan Monaldi, che realizza due triple (6-6).  Clark dalla lunetta regala il primo vantaggio ai bianconeri (2/2, fallo di Morici) e Gaspardo firma l’allungo per il +4. Delia costringe Agrigento al primo timeout della gara sul risultato di 8-14: la tripla di Ikangi concretizza un parziale di 2-11 a favore dell’Apu, interrotto dai canestri di Peterson e Ambrosin (15-19). Agrigento si riporta sul -1 con Ambrosin e Meluzzi. Ecco allora Caroti interrompere il parziale dei padroni di casa (21-25). Da Ros trova i primi punti della sua partita ai liberi (1/2, fallo di Traore), ma è ancora Meluzzi ad andare a segno e fissare il risultato sul 23-26 dopo il primo quarto. Delia porta a casa canestro e fallo (25-29): la stessa cosa riesce a Da Ros (fallo di Polakovich) per il +7 Udine. Clark sale in cattedra con 7 punti consecutivi e l’Apu arriva in doppia cifra di vantaggio sul risultato di 27-39. Udine mantiene la doppia cifra di vantaggio con 4 punti di Delia (31-44). Ambrosin torna a muovere la retina, ma i bianconeri sono bravi a spegnere i tentativi di rimonta degli avversari. Alibegovic è cinico ai liberi (4/4) e trascina l’Apu fino al massimo vantaggio (+15, 33-48). Prima della pausa lunga arriva il secondo canestro della partita di Cohill. 

Gaspardo apre le danze dopo l’intervallo, ma Agrigento è viva e trova 4 punti consecutivi con Cohill per rientrare fino al -11. Ambrosin riporta sotto la doppia cifra di svantaggio i padroni di casa e con altri 4 punti in fila Cohill fissa il risultato sul punteggio di 49-54. Agrigento rientra fino al -3: De Laurentiis prima, Delia poi, riportano a +7 l’Apu (53-60). Non mollano i padroni di casa, che rientrano fino al -4 con Ambrosin e Meluzzi (1/2, fallo di Da Ros). Un canestrone di Alibegovic regala il +6 prima della sirena (56-62). L’ultimo quarto si apre con una pioggia di triple: prima Caroti dall’arco replica a Fabi, poi tocca a Cohill e Ikangi (62-70). Caroti fissa il nuovo +10 per i bianconeri: Morici per due volte riporta sotto la doppia cifra di svantaggio Agrigento, ma arrivano due triple di Alibegovic per il 66-80. Delia aumenta il proprio bottino personale e Udine strappa la vittoria al PalaMoncada.

MONCADA ENERGY AGRIGENTO – APU OLD WILD WEST UDINE 70-82

(23-26 ; 35-48 ; 56-62)

MONCADA ENERGY AGRIGENTO: Ambrosin 17, Traore, Meluzzi 8, Cohill 21, Caiazza, Fabi 3, Chiarastella 5, Morici 4, Peterson 2, Polakovich 10. All. Marco Calvani

APU OLD WILD WEST UDINE: Clark 12, Alibegovic 15, Caroti 8, Arletti, Gaspardo 4, Delia 17, De Laurentiis 4, Da Ros 4, Marchiaro, Monaldi 10, Ikangi 8. All. Adriano Vertemati

Arbitri: Pazzaglia, Praticò, Lupelli

Uscito per cinque falli: nessuno

(foto Moncada Energy Agrigento)