94 views

Udine cade anche a Cantù, chiudendo la fase ad orologio con una sconfitta.

21 Aprile 2024

Si chiude con una sconfitta la Fase a orologio dell’Apu Old Wild West Udine. I bianconeri si arrendono con il risultato di 78-65 al PalaFitLine Desio contro Acqua San Bernardo Cantù. Mvp bianconero Mirza Alibegovic autore di una prestazione da 18 punti (5/9 da due, 2/5 da tre e 2/2 ai liberi) condita da 4 assist e 3 rimbalzi, per una valutazione complessiva di 19. Ancora assenti tra le file bianconere Jason Clark e Lorenzo Caroti. L’Apu si presenta in campo con il quintetto formato da: Monaldi, Alibegovic, Gaspardo, Ikangi, Cannon.

È Cannon che dopo meno di un minuto mette a segno da sotto i primi due punti del match. Risponde Bucarelli per Cantù con un’azione molto simile. Ancora Cannon a fare la voce grossa sotto le plance, segnano anche Alibegovic e Burns che mantengono il punteggio in parità a 3′ dal fischio d’inizio (6-6). Esce Cannon ed entra De Laurentiis che segna immediatamente da sotto. Replica Gaspardo per il +4 bianconero (6-10). Entra Da Ros per Gaspardo, Hickey dal logo spara e mette a segno una tripla allo scadere dei 24”. Risponde il capitano Diego Monaldi, sempre dai 6,75m, poi Young realizza e accorcia sul -2 (11-13). Moraschini mette a segno la tripla del sorpasso canturino, Cesana si sblocca dalla media distanza, ma è ancora il capitano friulano Monaldi che allo scadere del quarto mette la tripla che riporta in parità il match (16-16). All’alba della seconda frazione di gioco è Moraschini a far muovere il tabellino con la tripla del +3, realizza anche l’ex Nikolic con Cantù che tenta la fuga (21-16), time out per coach Vertemati. Alibegovic sfrutta un blocco, punta l’area e realizza altri due punti, Gaspardo fa fallo su Cesana che dalla lunetta fa 1/2. Cantù apre un parziale di 7 punti con i canestri di Young, Nikolic e lo stesso Cesana. Tocca a De Laurentiis frenare l’avanzata avversaria, per lui un misero 1/3 dalla linea della carità, poi Cesana si alza dai 6,75m e segna nuovamente da tre per il +12 canturino (31-13). Alibegovic con una tripla risponde alla schiacciata a due mani di Burns, Hickey si mette in proprio e fa aggiungere altri due punti al suo tabellino, Baldi Rossi dalla lunetta fa 2/2. Ancora il numero 5 bianconero a realizzare per Udine, ma Baldi Rossi allo scadere segna ancora da oltre l’arco, il quarto si conclude poi sul punteggio di 40-25 con il libero realizzato da Ikangi.

Inizio positivo per i bianconeri nella terza frazione, poco meno di 1′ e si sblocca Gaspardo dai 6,75m. Alibegovic subisce fallo e realizza entrambe le conclusioni dalla lunetta, poi ancora Gaspardo, sempre da due. Bucarelli e Nikolic imbastiscono in due azioni la risposta canturina con 4 punti consecutivi (44-32). A segno anche De Laurentiis, poi Alibegovic e Burns con Udine che in 5′ si porta sul -10 (46-36). Ancora i bianconeri a suonare la carica, questa volta con la tripla di capitan Monaldi. Hikey risponde dall’altra parte del campo, poi Gaspardo segna ma un contatto non fischiato genera la reazione del giocatore che si prende anche il fallo tecnico. Baldi Rossi segna il libero (50-39), ma Cantù non riesce a realizzare nel possesso aggiuntivo. Ancora a segno il numero 8 canturino, ma questa volta è Ikangi a risponde con la tripla del nuovo -10 (52-42). Nikolic innesta un parziale personale di 3 punti, ma Alibegovic mette un’altra pezza allo scadere del quarto con una magia da sotto le plance (55-44). Ultima frazione che vede Arletti segnare per il -9, Moraschini e Young subiscono fallo su conclusione e dalla lunetta realizzano un totale di 3/4. De Laurentiis ancora a segno, ma il capitano canturino segna due triple consecutive che riportano Udine sul -17 (46-66). Nuova incursione bianconera con i canestri di Monaldi, Alibegovic e Gaspardo che allo scoccare degli ultimi 5′ riportano i bianconeri sul -10 (67-57). Cantù prova a fermare l’avanzata avversaria, ma Ikangi e Monaldi continuano a segnare (62-69). A 120” dalla fine Young segna quello che può essere il canestro della bandiera, ma l’altro ex dell’incontro Da Ros, riaccende le speranze con la tripla del -6 (71-65). Moraschini ha idee ben diverse, dai 6,75m decide di talento di chiudere definitivamente il match, realizza 4 punti personali che assieme alla tripla di Bucarelli siglano la terza sconfitta consecutiva per la squadra di coach Vertemati. Il punteggio finale recita 78-65.

ACQUA SAN BERNARDO CANTÙ APU OLD WILD WEST UDINE 78-65

(16-16, 40-25, 55-44)

ACQUA SAN BERNARDO CANTÙ: Baldi Rossi 18, Berdini, Nikolic 7, Tarallo N.E., Bucarelli 9, Hickey 8, Burns 6, Moraschini 12, Young 9, Clerici N.E., Cesana 9, Tosetti. All. Devis Cagnardi

APU OLD WILD WEST UDINE: Vedovato, Alibegovic 18, Cannon 4, Arletti 2, Gaspardo 9, Delia, De Laurentiis 8, Da Ros 3, Marchiaro, Monaldi 14, Ikangi 7. All. Adriano Vertemati

Arbitri: Bartoli, Cassina, Giovannetti

Uscito per cinque falli: nessuno

(foto Stefano Gariboldi)