12 views

Rinaldini: per i giovani con grande piacere

9 Ottobre 2014

Luigi Rinaldini, sponsor del settore giovanile con il marchio Generali Ina Assitalia (foto Zamolo)

Luigi Rinaldini è uno degli agenti dell’agenzia generale Generali Ina Assitalia di piazza XX settembre a Udine che, nella stagione 2014-2015, sponsorizza l’intero settore giovanile dell’Apu. L’impegno dell’agenzia assicurativa udinese s’è rafforzato dopo aver sponsorizzato, nella scorsa stagione, la formazione under 19 d’élite dell’Apu che ha raggiunto le finali nazionali di categoria.
«Con grande piacere – dice il signor Rinaldini dopo il via ad alcuni campionati giovanili tra cui gli under 19 d’élite e under 17 d’eccellenza – abbiamo raccolto l’invito del presidente Pedone e del suo staff per rendere più forte e strutturata la nostra partecipazione. Dico con grande piacere perché, per vocazione e mentalità, chi fa parte della nostra agenzia è innamorato del futuro. Le giovanili della prima squadra cestistica della città sono il futuro del basket udinese, ma anche un pezzo del futuro di Udine. Investire nello sport è, quindi, investire in un futuro positivo».
Sono previste delle iniziative concrete per le famiglie dei ragazzi impegnati nei vari campionati?
«Si – prosegue Rinaldini – vorremmo essere un punto di riferimento per tutte le famiglie, aiutarle a costruire e proteggere i loro progetti più importanti. Un naturale e positivo anello di congiunzione in questo senso è il fatto che il “guerriero” Matias Principe è da un paio di mesi in training presso la nostra agenzia per crearsi il mestiere che gli dia un futuro dopo la carriera agonistica. La serietà e la passione con cui Matias è conosciuto in città, oltre alla dedizione ad imparare che stiamo riscontrando in lui, ci fanno essere molto ottimisti su quanto detto».
L’Apu è anche un grande progetto di aggregazione giovanile.
«E’ vero – chiude Rinaldini, sempre presente al Benedetti a vedere la Gsa di serie B – e metto insieme due elementi. Il primo è che non abbiamo un grande bisogno di apparire. Il marchio Generali Ina Assitalia è già molto forte sul territorio. Il secondo è che sono del parere che al territorio si può chiedere se si è disposti a dare. Quindi, siamo totalmente disponibili anche verso le altre società per vagliare collaborazioni che possano sostenere chi opera nel basket giovanile e di riflesso alle famiglie dei giovani che sono impegnate a far crescere nel miglior modo possibile i loro figli».

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri