8 views

Non c’è scampo per SanVe

21 Gennaio 2013

E’ passato un intero girone dall’alba di questa Divisione nazionale C, ma l’esito è rimasto immutato. La Gsa Udine ha piegato per 93-64 la Rucker San Vendemiano nella prima di ritorno ieri al Benedetti, sottolineando l’autorità con cui era passata all’esordio in terra veneta. La truppa di coach Andrea Paderni e del suo vice Andrea Biasizzo – con Zecchin seduto in tribuna reduce da un attacco influenzale – ha confermato la propria leadership con merito, archiviando la pratica veneta in sostanza già a fine primo tempo. I friulani hanno incontrato difficoltà solo nel primo periodo. Dopo essere scattata benissimo dai blocchi di partenza (19-9 al 3’ frutto di 4/5 da due, 3/3 da tre e 2/3 ai liberi di squadra), la Gsa s’è vista impattare da San Vendemiano in tre occasioni: 22-22 all’8, 26-26 e 28-28 al 9’. Ma l’equilibrio è durato pochissimo. Perché, ieri, quando Udine ha cominciato a difendere con durezza dal secondo quarto in po, la partita è finita. Senza contare la straordinaria circolazione di palla – 14 assist a 5 per i padroni di casa – che ha permesso tante volte ai tiratori bianconeri di scoccare tiri da tre punti piedi per terra. Confente e Piani sono state due sentenze, anche da “casa loro”, che hanno fatto saltare in piedi i tifosi accorsi all’impianto di via Marangoni: l’ex Calligaris ha fatto 5/11 e il capitano 5/12. La Gsa, che ha toccato il massimo vantaggio sull’87-56 al 34’, è andata in crescendo grazie a tutti gli effettivi schierati sul parquet da Paderni. Dal solido Principe (35 di valutazione) autore di un pregevole coast to coast, a “Santa Klaus” Munini (21). Compresi i giovani Barazzutti, Vischi e Martinuzzi quest’ultimo autore della tripla ignorante che ha sancito il risultato finale. L’attrazione, però, era legata dalla presenza in panchina del neo acquisto, Ivan Gatto. Lo “zar” è stato tenuto giustamente a riposo per evitare guai muscolari essendosi allenato solamente venerdì con i suoi nuovi compagni. «Sono rimasto – ha detto Gatto a fine match – sorprendentemente sorpreso ed entusiasta da questo gruppo coeso, allenato da un coach bravo e capace. Giusto non aver giocato, ma non vedo l’ora di farlo per dare il mio contributo. Esordirò a Padova nel prossimo turno».

GSA 93
SAN VENDEMIANO 64

30-28, 54-39, 82-53

GSA APU UDINE
Barazzutti 6, Gambaro 2, Confente 17, Metz 8, Munini 18, Vischi 4, Principe 16, Piani 19, Martinuzzi 3; non entrato: Gatto. Coach Paderni.
RUCKER SAN VENDEMIANO
Barbato 5, Contessa 9, Lena 5, Simoni 3, Pagotto 8, Bianchini 2, Pin Dal Pos 14, Polacco 10, Campodall’Orto, Carpi 8. Coach Volpato.
Arbitri Almerigogna di Trieste e Morassutti di Gradisca d’Isonzo.
Note Tiri liberi: Gsa 14/19, San Vendemiano 4/8. Rimbalzi: Gsa 42 (Principe 15), San Vendemiano 35 (Carpi 6). Antisportivo a Polacco al 13’ (36-32). La differita va in tv domani, alle 21.30, su FvgSport channel.

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri