Home Team Dykes: che tipo sono? Odio perdere

Dykes: che tipo sono? Odio perdere

La prima intervista in bianconero di Kyndall Dykes

L’antipasto fornito da Kyndall Dykes a tutta l’Apumania è stato un video messaggio inviato nella notte. Pochi secondi in cui il nuovo giocatore bianconero ha dimostrato, a parole, tutto il suo entusiasmo oltre alla già perfetta pronuncia in italiano di “Udine” e “Settore D”. Adesso, è arrivato il piatto forte. L’atteso momento della sua prima intervista completa a tinte friulane. Abbiamo strappato al volo KD durante un week-end di relax a New York dov’è arrivato da New Orleans. Luogo in cui d’estate la nuova guardia del presidente Alessandro Pedone si allena per tenersi in forma assieme al suo migliore amico, l’ex senese Bo McCalebb. La coppia, infatti, ha stretto un forte legame d’amicizia dai tempi del college proprio di New Orleans.
Benvenuto all’Apu Gsa, KD. Che cosa sai di Udine?
«Ho sentito dire che si tratta di un grande club, con grandi tifosi, e di una piazza storica del basket italiano. Quindi, sono eccitato dall’idea di giocare a Udine».
Hai già preso informazioni sull’A2 italiana?
«Conosco alcuni atleti che hanno giocato in serie A2 e mi hanno detto che, rispetto alla serie A di molti altri Paesi, si tratta di una lega migliore. Questo significa che in serie A2 italiana ci sono tanti buoni giocatori e tante buone squadre. Lotterò per vincere più partite possibili perché questo è quello a cui ambisce un giocatore».
Che tipo sei?
«Sono un giocatore che odia perdere, quindi gioco sempre per vincere ogni partita mettendoci il cuore. Provo sempre a dare il mio massimo in attacco per essere un terminale, mentre in difesa cerco di dare una mano alla squadra per centrare l’obiettivo».
Hai già parlato con qualcuno della società?
«Ho parlato sia con il gm Micalich che con coach Lardo, ho avuto delle buone sensazioni. Mi hanno spiegato quello che vogliono da me. Sono già pronto per scendere in campo e aiutare la squadra a vincere il più possibile».
Qual è il tuo ulteriore messaggio alla tifoseria friulana?
«Ai tifosi chiedo di supportarci durante la stagione e venire al palazzo per gustarsi lo spettacolo trasmettendoci energia e passione. Così, ci aiuteranno a battere i nostri avversari».

Ufficio Stampa

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy