Allenamento congiunto con Treviso: l’Apu OWW Udine continua a brillare

Nel pomeriggio di oggi l’Apu Old Wild West Udine ha effettuato al PalaCarnera – rigorosamente a porte chiuse – un allenamento congiunto con la De Longhi Treviso, formazione che milita in Serie A, rimasta ferma lo scorso weekend a causa del rinvio della gara di campionato con la Pallacanestro Cantù. Per i bianconeri si è trattata di una valida occasione per confrontarsi con un team di categoria superiore e per mantenere alta l’intensità della preparazione in vista del prossimo impegno ufficiale. Ricordiamo, infatti, che venerdì 13 novembre i bianconeri saranno di scena a Cento (in provincia di Ferrara) contro Unieuro Forlì per i quarti di finale di Supercoppa Centenario.

All’allenamento non hanno preso parte quattro elementi della rosa bianconera: John Paul Onyekachi Agbara, Andrea Amato e Nana Foulland tutti alle prese con problemi fisici che verranno valutati nelle prossime ore dall’Apu Medical. Assente, ovviamente, anche Francesco Pellegrino al quale, come abbiamo riportato nei giorni scorsi, è stata diagnosticata una frattura composta alla base del secondo raggio metacarpale della mano sinistra. Nel corso dell’allenamento le due squadre hanno disputato una partitella. I quattro periodi (da dieci minuti ciascuno) sono terminati rispettivamente 16-24, 31-38, 47-58, 75-74. Decisiva proprio a cinque secondi dalla fine del test la tripla di capitan Michele Antonutti, tra i migliori in campo assieme a Marco Giuri, che ha dimostrato, qualora ce ne fosse bisogno, che l’infortunio patito nelle scorse settimane è stato completamente superato e a Marco Maganza, giocatore aggregato in estate che si sta rivelando particolarmente prezioso nelle rotazioni.

A fine allenamento coach Matteo Boniciolli si è detto soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: “Giocare alla pari con una squadra di Serie A come Treviso senza Foulland, Pellegrino, Amato e Agbara è sicuramente una prova che questo gruppo sta continuando a lavorare con grande serietà. I giocatori non si sono pianti addosso, siamo stati sotto per 39 minuti e 56 secondi, abbiamo fatto il canestro del sorpasso sull’ultimo tiro con una giocata provata soltanto in allenamento due giorni fa. Credo sinceramente che questo gruppo abbia qualcosa di speciale in termini di chimica. Chi avrà la fortuna di poter venire a vedere la squadra, si godrà la solidarietà che c’è tra i nostri giocatori. Il nostro compito è quello di portarli nella direzione giusta sperando che la fortuna ci assista. Così è stato fino a due giorni fa. Adesso attendiamo di conoscere i tempi di recupero di Amato, Agbara, Foulland e Pellegrino. Comunque la prova di stasera è molto, molto soddisfacente”. Domani la squadra beneficerà di una giornata di riposo per poi ritrovarsi venerdì mattina al PalaCarnera per riprendere la preparazione.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy