13 views

Le parole di Pedone e Micalich per Bologna

8 Novembre 2014

L’ad e gm, Davide Micalich, assieme al presidente Alessandro Pedone (foto Zamolo)

Domani, alle 18, la Gsa Apu Udine scenderà in campo al palaDozza di Bologna contro l’Eternedile Fortitudo nella settima d’andata di serie B.
«Reduci dal regalo interno fatto a cento – dice il presidente Alessandro Pedone -, abbiamo una ghiotta opportunità per riscattarci alla grande al palaDozza contro una formazione blasonata e con un pubblico di serie A. La cornice sarà importante e sono certo che la squadra sarà all’altezza dell’evento. Con sincerità dico che noi tutti proviamo un pizzico d’orgoglio nel riportare la prima squadra di basket di Udine al Madison di piazza Azzarita. Cercheremo di far tornare a casa con il sorriso tutti i nostri tifosi che ci seguiranno a Bologna con passione ed entusiasmo. Vogliamo i due punti per continuare a crescere e la crescita passa anche attraverso esami di laurea come quello del palaDozza».
«Siamo orgogliosi – dice l’ad e gm, Davide Micalich – di andare a giocare su uno dei parquet più prestigiosi della pallacanestro italiana. Ben consci delle difficoltà, speravamo che il campo della Fortitudo non venisse squalificato dopo i fatti di Cento proprio perché volevamo esserci ardentemente. Per la nostra società, giocare al palaDozza rappresenta un nuovo punto di partenza. Sappiamo di avere costruito un gruppo competitivo e non vediamo l’ora di metterlo alla prova su questo palcoscenico. Indipendentemente da quello che sarà il risultato finale perché il campionato è ancora molto lungo. Siamo molto orgogliosi anche del centinaio di nostri tifosi al seguito che per noi valgono quanto i 3500 della Fortitudo».

Ufficio Stampa