105 views

Al PalaCarnera un grande pubblico spinge l’Apu OWW Udine alla settima vittoria interna consecutiva contro HDL Nardò

26 Marzo 2023

Settima meraviglia consecutiva al PalaCarnera per l’Apu Old Wilde West Udine che in occasione dell’ultima gara della regular season vince e convince contro HDL Nardò. Ancora assente Raphael Gaspardo, che nel pre-partita è stato premiato come MVP Eurizon del mese di febbraio (10.2 punti e 4.8 rimbalzi per lui nelle 4 gare disputate) e all’ultimo escluso anche Marco Cusin. L’MVP del match invece è Francesco Pellegrino, autore di una prestazione da 12 punti, 12 rimbalzi, 6 assist per un totale di 29 di valutazione in 30’22” di gioco. Il prossimo appuntamento è già domenica prossima (2 aprile) al PalaCarnera per la prima giornata del Girone Blu. Prossimo appuntamento domenica 2 aprile sempre al PalaCarnera per il primo confronto della Fase a orologio (palla a due alle 18.00).

Coach Carlo Finetti schiera nel quintetto Monaldi, Briscoe, Gentile, Esposito e Pellegrino. Parte subito forte Udine con Esposito che sigla al primo possesso il 2-0, ma pareggia dall’altro lato del campo Buscicchio e Donda firma il sorpasso (2-4). Ancora lo stesso Esposito ritrova la via del canestro subendo fallo da Zugno, ma l’ala bianconera non è precisa dalla lunetta (4-4). Il numero 66 ospite si fa perdonare con 2 punti, ai quali seguono in rapida successione una tripla di Baccassino e una di Zugno che costringono coach Finetti al time-out a 5’32” dalla prima sirena (4-12). Reagisce l’Old Wild West con un parziale di 7-3 (11-15) condotto dal trio Gentile-Briscoe-Monaldi; per Nardò Donda trova due punti, ma il numero 5 bianconero realizza 6 punti in fila e Pellegrino segna il -3 (19-22) all’ottavo minuto, dopo che Latorre e Donda avevano provato a respingere i friulani. Al 10′ Briscoe porta i suoi sul -1 (21-22) e pochi istanti dopo trova anche il sorpasso. Latorre chiude il primo quarto con il ventiquattresimo punto ospite (23-24). È ancora lo stesso Latorre ad aprire il secondo periodo, ma risponde bene Bertetti da tre punti (26-26) e Pellegrino riporta avanti Udine: Nobile rafforza con una tripla il vantaggio (31-26) ma Zugno e un incontenibile Latorre ristabiliscono il quasi-equilibrio (31-30) al tredicesimo minuto. Torna a segnare l’Apu con Palumbo (33-30) e a 4’54” coach Gennaro Di Carlo usa il suo primo time-out. I primi a trovare la via del canestro sono gli udinesi: Gentile firma due punti, poi riprende il botta-risposta tra le due squadre e a 2’15” dall’intervallo Palumbo ha a disposizione 2 liberi (fallo di Buscicchio) di cui ne realizza uno (40-38). Con un minuto e 20 secondi da giocare Donda fa 2/2 ai liberi (fallo di Monaldi) e riagguanta la parità. Esposito e Gentile con un mini-break di 4-0 chiudono il primo tempo (46-42).

Zugno con il suo secondo fallo manda in lunetta Bertetti (2/2) che poco dopo trova la tripla del +9 (massimo vantaggio sul 51-42). Coach Di Carlo chiama time-out a 7’43”, ma è ancora Udine a trovare il fondo della retina con Pellegrino (53-42). Nardò ristabilisce la singola cifra di svantaggio con la tripla di Baccassino, tuttavia Pellegrino non ci sta e schiaccia per il +10 (55-45) a 6’20” dalla fine del terzo quarto. Lo stesso numero 29 e il capitano friulano firmano il nuovo massimo vantaggio sul 59-45 (+14): Briscoe torna a segnare dall’arco rispondendo alla giocata da 2 punti di Baccassino (62-47). Gli ospiti con orgoglio trovano un parziale di 4-8 e Monaldi assieme ad Antonutti replicano con un 7-2 che pone fine al terzo quarto (73-57). Palumbo inizia l’ultima frazione con la prima tripla della sua gara (76-57) e Buscicchio risponde con la stessa moneta (76-60). Si sblocca anche Fantoma con un 1/2 ai liberi (fallo di Donda); Antonutti realizza dall’arco dopo la tripla di Baccassino (80-63), ma non finisce qui perché Palumbo torna a segnare dai “sei e settantacinque” per il +20 targato Old Wild West (83-63) a 7 minuti dal termine: time-out sponda Nardò. Un Palumbo in formato “on fire” continua a infilarsi nella difesa pugliese (85-63). Zugno e Baccassino provano a ridurre le distanze, ma capitan Antonutti e Fantoma ristabiliscono il gap: 92-70. Latorre muove il punteggio ospite per due volte dall’arco (92-77). Poi Fantoma e l’esordiente Zomero puniscono gli avversari nello stesso modo (da tre), coadiuvati da Antonutti (da due) e l’Apu raggiunge quota 100. Nell’ultimo minuto, prima Fantoma, poi Zugno e infine Pellegrino stabiliscono il punteggio finale: al PalaCarnera finisce 104-83.

APU OLD WILD WEST – HDL NARDO’ 104-83

(23-24, 46-42, 73-57)

APU OLD WILD WEST UDINE: Gentile 12 punti, Palumbo 13, Antonutti 18, Briscoe 13, Bertetti 8, Fantoma 8, Zomero 3, Esposito 8, Nobile 3, Pellegrino 12, Monaldi 6. All. Carlo Finetti.

HDL NARDO’: Parravicini ne, Smith ne, Poletti ne, Baccassino 13, Baldasso ne, La Torre 26, Buscicchio 7, Stojanovic ne, Antonaci 0, Zugno 23, Donda 14. All. Gennaro Di Carlo.

Arbitri: Attard, Mottola, Ugolini.

Uscito per cinque falli: nessuno.

(foto Lodolo)