13 views

Paderni e Pedone: bella esperienza lo stesso

17 Marzo 2013

Così coach Andrea Paderni commenta la sconfitta della Gsa Udine per 68-86 contro Lugo nella semifinale di coppa Italia di Divisione nazionale C.
«Abbiamo perso – dice Paderni – contro una squadra forte, intensa e che ha prodotto di più di noi. Dispiace per l’ampio divario finale anche se perdere di 1 o 30 è la stessa cosa in termini di esito. I romagnoli hanno tenuto a lungo un ritmo elevato di gioco che non siamo riusciti a contrastare, inoltre hanno tirato meglio di noi da 3 punti. Volevamo imporre la nostra maggiore fisicità sotto canestro, ma non siamo mai riusciti a giocare con due lunghi contemporaneamente sul parquet a causa dei problemi di falli. Quindi, siamo ricorsi alla zona, però tale scelta non ha avuto l’effetto desiderato e la coperta è stata corta. Comunque, rimane la soddisfazione di aver vissuto una bella esperienza che ha cementato il gruppo. Sono contento del giovane Zakelj che ha tenuto bene il campo. Vuol dire che, per il finale di campionato, potrò contare su 10 giocatori».
Questo, invece, il commento del presidente Alessandro Pedone.
«Una giornata appannata – dice Pedone – può capitare a chiunque e a noi è successo nella semifinale di coppa Italia dopo le tante energie spese nei quarti. Non importa, sono comunque soddisfatto di quanto fatto dalla Gsa a Piombino, i ragazzi hanno dato tutto. Ora, rituffiamoci nel campionato per cercare di strappare la promozione diretta in Dnb».

Ufficio Stampa