Finale da urlo: l’Apu Old Wild West Udine espugna anche il PalaFantozzi!

E’ stata una partita dalle mille emozioni, di quelle che possono segnare il corso di una stagione. Al PalaFantozzi l’Apu Old Wild West Udine coglie il quarto successo e si porta in testa al Girone Verde, battendo l’Orlandina per 95-98 proprio allo scadere con una magia di Dominique Johnson. Top scorer bianconero, però, è Nazzareno Italiano, autore di 20 punti in 24 minuti.

Recuperati Marco Giuri e Andrea Amato (giunto in Sicilia nel pomeriggio di ieri), coach Matteo Boniciolli schiera un quintetto del tutto inedito formato da: Nobile, Dominique Johnson, Deangeli, Italiano e Foulland. Passano solo diciannove secondi dalla palla a due e Italiano mette a segno il primo canestro della serata (0-2). Un minuto dopo Nobile sigla la tripla del +5 (0-5). Ottimo avvio dei friulani che a metà periodo conducono con 8 punti di vantaggio sui siciliani (6-14) con la prima prodezza dell’incontro di Dominique Johnson. Capo d’Orlando dimezza le distanze con Floyd (che realizza i due liberi concessi per fallo di Giuri) e Xavier Johnson (10-14). Foulland interrompe la striscia dei padroni di casa 10-16 a 3 minuti e 42 secondi dalla prima sirena, ma nel finale l’Orlandina dimezza lo svantaggio riuscendo a chiudere la prima frazione in ritardo di sole tre lunghezze (16-19). L’inizio del secondo periodo è tutto biancoazzurro: prima Bellan riporta il risultato in parità con la prima tripla degli uomini di Sodini (19-19), poi Laganà completa la rimonta con un altro tiro dalla distanza (22-19). L’Apu Old Wild West Udine non riesce a limitare la foga degli avversari e continua a subire le loro iniziative, non riuscendo nemmeno a sfruttare a dovere i tiri liberi concessi. Dopo quasi due minuti di gioco Floyd porta a 9 i punti di distacco dai bianconeri (28-19). Antonutti limita i danni dalla lunetta (28-21), ma un minuto dopo Moretti non perdona (30-21). La tripla di Italiano del 35-29 riaccende l’Apu e Giuri e Foulland accorciano ulteriormente mettendo a segno 2 dei 4 liberi a disposizione (35-31). A 2 minuti e 28 secondi dall’intervallo lungo, poi, Giuri va a segno, subisce fallo da Xavier Johnson e viene assegnato fallo tecnico di squadra. Il numero 21 bianconero realizza entrambi i liberi e l’Apu impatta sul 40-40. Nell’ultimo minuto le triple di Giuri e Floyd (già volato a quota 20 punti) portano le squadre a concludere la prima parte di gara sul 47-43.

Il terzo periodo comincia la tripla messa a segno dall’angolo da Italiano (47-46) al quale risponde subito Bellan (50-46). Lo stesso Italiano replica un minuto dopo (50-49). L’Apu fallisce l’occasione del sorpasso, così come accade dopo 4 minuti di gioco quando Pellegrino firma il 56-55. A metà periodo la partita è ancora in bilico con Antonutti che firma il 59-57, ma i bianconeri non riescono a ribaltare il risultare. Nemmeno la tripla di Giuri a 3 minuti dalla terza sirena (66-62) spezza l’incatesimo: Laganà controbatte subito dalla distanza (69-62) e Floyd sigla il 71-62 a 2 minuti e 10 secondi dalla fine del terzo periodo. Nel finale di terzo quarto Foulland riavvicina i bianconeri trasformando due liberi (73-70) ma Xavier Johnson sulla sirena sigla il 75-70. L’ultimo periodo si apre ancora con l’Orlandina in avanti: la tripla di Laganà (80-72) sembra la conferma della serata storta dei friulani. Ma proprio a questo punto la squadra reagisce trovando in Dominique Johnson il protagonista. La tripla del numero 3 bianconero riapre il match (83-80) e Italiano porta a meno uno il divario dal team di Sodini (83-82). A quattro minuti poi dal termine dell’incontro Antonutti annulla lo svantaggio (87-87), mettendo a segno due liberi. E dopo aver fallito più volte il sorpasso, a 3 minuti e 28 secondi Italiano trova la tripla che rimette i bianconeri avanti (87-90). Ma la partita resta apertissima. A 2 minuti e 23 secondi Taflaj sigla il 92-92 e Johnson trasforma uno dei liberi a disposizione per fallo dello stesso Taflaj 40 secondi dopo (92-93). Pesanti i liberi con i quali Foulland ribadisce il vantaggio ospite (92-95) a 22 secondi dalla sirena finale. Così come i tre (fallo di Italiano) realizzati da Xavier Johnson firma il 95-95 a 7 secondi dalla fine. Ultima azione e il Johnson bianconero sigla la tripla finora più pesante della stagione per il 95-98 che sancisce il quarto successo consecutivo della corazzata friulana.

 

ORLANDINA BASKET – APU OLD WILD WEST UDINE 95-98

(16-19, 47-43, 75-70)

ORLANDINA BASKET: Taflaj 4 punti, Gay, Floyd 26, Laganà 11, X. Johnson 33, Del Debbio ne, Triassi ne, Tintori, Bellan 11, Fall 6, Ellis ne, Moretti 4. All. Marco Sodini.

APU OLD WILD WEST UDINE: D. Johnson 16 punti, Deangeli 6, Amato 1, Antonutti 18, Mobio, Agbara ne, Foulland 14, Giuri 16, Nobile 3, Pellegrino 4, Italiano 20. All. Matteo Boniciolli.

Arbitri: Moretti, Bonotto, Doronin.

Uscito per cinque falli: nessuno.

(foto Orlandina Basket)

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy