6 views

Le prime parole udinesi di Peppe Anello

31 Luglio 2014

L’urlo di Anello dopo una promozione

E’ stato uno dei primi acquisti fatti dall’ad e gm, Davide Micalich, per la nuova Gsa. Fortissimamente voluto da coach Luca Corpaci, risalirà la Penisola per portare Udine il più in alto possibile assieme ai suoi compagni. Giuseppe Anello si sta godendo alcuni scampoli di ferie in attesa di cominciare la preparazione fra poco più di due settimane. Queste sono le prime parole in maglia udinese di “Peppe”.
«Per dire la verità – dice Anello – ci sono molte cose che mi hanno spinto ad accettare la proposta udinese. Prima su tutte, la volontà della società di vincere e crescere il più possibile. Ho già avuto la fortuna di vincere quattro campionati ad Agrigento ed ammetto che la vittoria di una competizione è quasi una droga, una volta che provi questa esperienza non puoi farne più a meno. Altra motivazione è la possibilità di poter fare un’esperienza al nord perché, dopo otto anni al sud, ho tanta voglia di confrontarmi con altre realtà. Ultima, ma non per importanza, la possibilità di ritrovare coach Corpaci che mi ha già dato tanto in passato. Non solo dal punto di vista cestistico, ma anche a livello umano. Conosco a memoria il suo sistema, nel quale il mio modo di giocare si rispecchia, e stimo tantissimo la serietà con cui Luca svolge il suo lavoro. Il mio rapporto con lui è ottimo, ci conosciamo ormai da tanti anni ed aver vinto in passato due campionati assieme ci ha permesso di conoscerci al meglio».
Che tipologia di giocatore di reputi?
«Mi reputo un play che all’occorrenza può anche giocare come guardia da supporto all’altro regista. Mi piace creare tiri facili per i miei compagni attraverso penetrazioni o dopo un pick&roll. Mi piace pure concludere dalla distanza. In difesa, invece, cerco sempre di mettere in difficoltà il mio avversario attenendomi a ciò che sono i suoi punti di forza. Inoltre, cerco sempre di aiutare i miei compagni di squadra in difficoltà».
Chi conosci dei tuoi nuovi compagni, oltre ovviamente a Di Viccaro con te ad Agrigento?
«In passato, ho avuto la possibilità di giocare contro tutti i miei futuri compagni di squadra a parte Zacchetti. Quindi, li conosco esclusivamente da avversari, però sono sicuro che avremo modo di conoscerci al più presto».
Che cosa ti aspetti da questo campionato?
«Mi aspetto di disputare un campionato di vertice. Sono sicuro che con i miei compagni di squadra faremo il possibile per far divertire il pubblico udinese e raggiungere gli obiettivi societari».
Il tuo messaggio alla tifoseria udinese?
«Non conosco ancora il pubblico udinese – chiude Anello -, ma ho sentito dire che è molto appassionato, caloroso ed ambizioso. Spero di poter gioire il più possibile con i nostri tifosi e spero altrettanto che sostengano la squadra nei momenti difficili della stagione perché solo restando uniti si possono raggiungere risultati importanti».

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri