L’Apu Gsa si scioglie sul più bello a Verona (77-66)

Nell’ultima gara dell’anno solare 2018, l’Apu Gsa Udine cade per 77-66 all’AGSM Forum di Verona contro la Tezenis. Inizio partita all’insegna dell’equilibrio con le due squadre che vanno a braccetto fino al 5’ minuto quando Henderson e Severini confezionano un parziale di 8-0 che spinge la Tezenis sul 15-8. La GSA non si scoraggia e torna sotto con i canestri di Pellegrino e i liberi di Cortese. Dalmonte cerca di interrompe l’emorragia con un time-out, ma al ritorno in campo la tripla di Penna permette ai bianconeri di rimettere il naso avanti (15-17). Verona trova respiro dalle mani di Severini e Ikangi, spietati dall’arco, e chiude il primo periodo in vantaggio 23-20.
Verona si conferma caldissima e Amato punisce con la sesta bomba di squadra ad inizio secondo periodo. Il canestro da sotto di Quarisa consiglia Cavina a parlare ai suoi e Simpson ripaga il coach con due punti dall’elevato quoziente di difficoltà. Udine aumenta l’intensità e trova il pareggio a quota 28 con la bomba di Spanghero e il 2+1 di Powellal 15’. Ferguson interrompe la pericolosa apnea gialloblu, durata 6’ minuti, ma i canestri di Pellegrino dominante ricacciano Verona indietro (32-35). L’inizio del terzo quarto è marchiato dalle bombe in serie di Henderson, Penna, Candussi e Cortese. Udine prova ad accelerare ma la Scaligera non molla la presa. Nonostante un paio di fischi penalizzanti per fallo antisportivo di Cortese e sfondamento di Simpson, i friulani rimettono 5 lunghezze di distacco (44-49) al 26’. Il siluro da 7 metri di Ikangi per il pareggio a quota 49 infiamma il forum ma ci pensa Simpson a gettare acqua sul fuoco con un canestro con fallo da show-time. Il vantaggio di 4 punti con cui la GSA arriva all’ultima frazione si dissolve coi canestri degli americani della Scaligera e il forum diventa una bolgia dopo la schiacciata di Ferguson che inchioda il punteggio sul 59-55. Quattro punti in striscia rimettono Udine a contatto, ma la terza bomba di Severini allontana nuovamente i bianconeri (63-59). Nel tentativo di recuperare dal 71-66 Penna perde malamente palla e coach Cavina chiama timeout per raffreddare la temperatura. Al rientro in campo Ferguson punisce nuovamente con gli ultimi 4 punti che chiudono definitivamente il match. Finisce 77-66 per i padroni di casa che centrano l’ottava vittoria consecutiva, mentre Udine non guarisce dal mal di trasferta.

Tezenis Verona – G.S.A. Udine 77-66 (23-20, 11-17, 17-18, 26-11)
Tezenis Verona: Terry Henderson 15 (2/5, 3/5), Jazzmarr Ferguson 15 (5/8, 0/3), Giovanni Severini 14 (2/3, 3/6), Francesco Candussi 13 (5/7, 1/5), Iris Ikangi 8 (1/5, 2/2), Andrea Amato 5 (1/3, 1/7), Andrea Quarisa 4 (2/4, 0/0), Omar Dieng 3 (0/0, 1/2), Giacomo Maspero 0 (0/0, 0/0), Mattia Udom0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 34 11 + 23 (Francesco Candussi 10) – Assist: 17 (Jazzmarr Ferguson 6)
G.S.A. Udine: Marshawn Powell 16 (4/10, 1/4), Riccardo Cortese 14 (3/5, 2/7), Francesco Pellegrino 12 (6/8, 0/1), Lorenzo Penna 6 (0/0, 2/3), Mauro Pinton 6 (0/0, 2/3), Trevis Simpson 5 (2/6, 0/5), Chris Mortellaro 4 (1/2, 0/0), Marco Spanghero 3 (0/1, 1/2), Stefan Nikolic 0 (0/0, 0/1), Salvatore Genovese 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 11 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Marshawn PowellFrancesco Pellegrino 7) – Assist: 10 (Riccardo CorteseLorenzo PennaTrevis Simpson 3)
Ufficio Stampa

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy