La striscia positiva dell’Apu Gsa si ferma a Roseto (83-70)

Anticipo di mezzogiorno ancora indigesto per l’Apu Gsa che, come a Jesi, perde pure a Roseto dopo quattro vittorie consecutive. Cortese e Pierich aprono la contesa con una gara al tiro dalla lunga distanza, ma le difese si organizzano presto e nei primi minuti si segna poco. Pellegrino e Powell da una parte, Sherrod e Pierich dall’altra allargano le maglie e portano il risultato sul 9-9. Pierich mette la freccia con una tripla dall’angolo al 7’, ma Pellegrino pareggia subito il conto (13-13). Gli Sharks provano la fuga sul finale del primo periodo con una tripla di Person e una schiacciata in contropiede di Akele per il 20-15 sulla prima sirena.

Sherrod apre la seconda frazione con un canestro da sotto, ma Nikolic riporta subito gli abbruzzesi coi piedi per terra (22-19). Udine soffre l’energia e la fisicità dei padroni di casa e quando si accende Baheye scivola a -14 (33-19). Quattro punti di Powell ricuciono lo scarto, ma Akele riporta l’inerzia a favore degli Sharks con altrettanti canestri. Powell prova a caricarsi la squadra sulle spalle con una tripla che dà respiro ai bianconeri però le percentuali al tiro dei ragazzi di Martelossi rimangono troppo basse per permettere un recupero sostanzioso (40-29 al 20’).

Pellegrino commette il quarto fallo a inizio ripresa tuttavia l’approccio alla partita di Udine è diverso. Un parziale di 7-2 consiglia coach D’Arcangeli a chiamare timeout. La GSA gioca con maggior fluidità e il match si riapre completamente coi canestri di Simpson (42-40). Nel momento migliore di Udine, Roseto, con un po’ di fortuna, riprende il largo con Person e una bomba di tabella di Pierich (52-42). La Cimorosi tocca il massimo vantaggio nell’ultima azione del terzo quarto timbrando il 61-45 con l’ennesima realizzazione di Akele.

Lo stesso Akele ricomincia con una schiacciata con fallo che inabissa Udine a -19. Spanghero, Nikolic e Powell riducono il divario a 12 punti. Sherrod domina sotto canestro, ma due triple di Pinton tengono a galla la GSA. La boma di Person spegne il fuoco dell’APU e permette a Roseto di uscire da una situazione che poteva complicarsi. Udine lotta fino alla fine, ma la Cimorosi taglia il traguardo sull’83-70.

Ufficio Stampa

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy