7 views

La Gsa sa soffrire e passa: 61-64

14 Aprile 2013

La Gsa di questa stagione dà sempre l’idea di non essere spacciata. Un anno fa, se andava in svantaggio, si deprimeva. Oggi, c’è l’azione e la reazione, il sangue freddo per saper contenere o colpire o ribaltare. E in questo senso sembra che la mentalità sia d’acciaio, quella che ti permette di raggiungere l’obiettivo della promozione. Diretta o attraverso i play-off poco importa. Oggi, a Rubano nella terz’ultima di ritorno di Divisione nazionale C, Udine con Zecchin a referto al posto di Metz ha sbancato per 61-64 la Broetto Virtus Padova ed è rimasta in vetta alla classifica al pari della Friuladria Pordenone.

BROETTO 61
GSA 64

14-5, 30-27, 42-42

BROETTO VIRTUS PADOVA
Andreaus 23, Busca 2, Babetto 2, Schiavon 10, Contin 3, Roin, Mancini 8, Salvato, Visentin 2, Pressanto 11. Coach Friso.
GSA APU UDINE
Confente 20, Gatto 6, Principe 16, Munini 15, Piani 5, Gambaro, Barazzutti 2; non entrati: Zecchin, Zakelj e Vischi. Coach Paderni.
Arbitri Menegalli e Fasoli.
Note Padova: 18/42 al tiro da due, 6/19 da tre e 7/13 ai liberi. Gsa: 16/36, 6/27 e 14/19. Rimbalzi: Padova 34 (Babetto 12), Gsa 41 (Gatto 14). Assist: Padova 9 (Babetto 3), Gsa 3 (Barazzutti, Confente e Gatto 1 ciascuno). Uscito per 5 falli: Pressanto al 39’ (61-62).

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri