18 views

Corpaci: il problema è mentale

17 Novembre 2014

Coach Corpaci ha una voglia matta di ripartire (foto Zamolo)

Così coach Luca Corpaci commenta la sconfitta della Gsa Apu Udine per 55-56 contro il Basket Lecco nell’ottava d’andata di serie B.
«Ormai – dice Corpaci -, gli indizi sono diversi. Questa squadra, non appena le cose funzionano, tende a rilassarsi e smette di giocare assieme. Ovvio che il problema lo devo risolvere io. Ieri, eravamo gli stessi di sette giorni prima a Bologna. Invece, rispetto al turno precedente, erano cambiate radicalmente le condizioni mentali. Siamo andati al palaDozza, dopo una sconfitta casalinga, ad affrontare una grande del campionato in un contesto difficile e stimolante. Abbiamo disputato un’ottima partita, anche nei primi due quarti. Siamo stati precisi e abbiamo eseguito il piano partita senza mai disunirci. Ieri, abbiamo giocato contro una squadra che aveva quattro punti in classifica, senza due giocatori importanti e abbiamo ritenuto che si potesse portare a casa la vittoria anche giochicchiando in attacco. Così, abbiamo fatto due quarti ridicoli. Dopo un parziale di +20 in 16’, che ci ha portati sul +9 a inizio ultimo quarto e permesso di incanalare bene le cose, abbiamo riperso nuovamente il filo del discorso. Evidentemente, pensavamo di aver già vinto. E’ un delitto aver buttato quel che abbiamo costruito in due mesi. La classifica era importante, non in quanto tale, ma perché sarebbe stato un lusso restare davanti lavorando con serenità. Ora, invece, bisogna ricominciare da capo. Fatto questo doveroso mea culpa, continueremo con fiducia e serietà per la nostra strada. Consapevoli che vincere non è mai stato facile e scontato per nessuno».

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri