22 views

Corpaci: avanti con merito, bravi ragazzi

19 Maggio 2014

Coach Luca Corpaci si complimenta con i suoi (foto Zamolo)

Così coach Luca Corpaci commenta la vittoria della Gsa Udine per 62-79 a Ponzano contro la Dè Longhi Treviso in gara 3 dei quarti di finale dei play-off di Dnb.
«Abbiamo fatto una grande cosa – dice Corpaci – perché dopo il -30 della fase a orologio la squadra ha barcollato pesantemente. Lorenzo Bettarini mi diceva che eravamo come un pugile suonato che resisteva a stare in piedi, ma senza forza e lucidità. Gli allenamenti dopo quella partita non avevano più avuto, seppur intensi, la stessa qualità e nelle sfide seguenti avevamo fatto parecchia confusione sia in attacco che in difesa. La squadra, però, ha resistito e, passati alcuni giorni, ci siamo ritrovati ancora in piedi, compatti e convinti di sposare il sistema che avevamo condiviso dal mio arrivo. In gara1 dei quarti, i ragazzi erano così carichi che per eccesso di voler fare si sono messi troppo in proprio ed il piano partita, per questo motivo, non è stato seguito. Tra gara 1 e 2 ne abbiamo parlato ed abbiamo aggiunto alla rabbia accumulata quella lucidità che è necessaria a questa squadra in particolare per fare bene. I conti hanno cominciato a tornare ed abbiamo pian piano tolto certezze a Treviso passando il turno con merito. Abbiamo speso molte energie mentali e fisiche. Non so dove potremo arrivare, ma la gente oggi sa che questa squadra ha un’anima e da udinese sono felice di rappresentare insieme a ragazzi della nostra terra la nostra città. Il passaggio del turno lo dedichiamo a Ousmane Gueye che, malgrado raggiunto a poche ore dall’inizio di gara 3 da una terribile notizia, ha fatto una grande prestazione ed a Bettarini che non è potuto essere della partita per un serio problema personale, ma che comunque mi ha dato un suggerimento difensivo che s’è rivelato decisivo».

Ufficio Stampa