18 views

Comunicato stampa del Presidente Pedone

19 Ottobre 2015

Il presidente Alessandro Pedone torna sul match di ieri (foto Zamolo)

A distanza di poche ore dalla prima sconfitta stagionale patita per mano di Orzinuovi ieri sera  in un Benedetti ribollente di tifo, il Presidente bianconero Alessandro Pedone, a bocce ferme, fa il punto della situazione: “Non dobbiamo fare drammi per il passo falso patito contro una squadra forte come Orzinuovi anche se è chiaro che brucia parecchio soprattutto per l’atmosfera che si respirava al palasport, che avevamo visto così gremito in occasione dei Play off – precisa il numero uno dell’APU –  dispiace e brucia,  ma credo di poterlo archiviare come un incidente di percorso nel nostro progetto di crescita stagionale. Proprio dalle sconfitte -continua il Presidente- bisogna trarre insegnamento e credo che lavorando sugli errori emersi sapremo esprimerci meglio e con più continuità in futuro. Sono convinto che la battuta di arresto contro Orzinuovi, avversaria che si è dimostrata più lucida e cinica di noi nei momenti cruciali, farà maturare la squadra di coach Lardo, che, non dimentichiamolo, è composta da tanti nuovi arrivati”.

Il Presidente ha voluto poi tornare sulla gestione della gara da parte degli arbitri: “Sicuramente l’arbitraggio non ci ha favorito, il fattore campo è stato inesistente, lo dicono i numeri (36 vs 10 tiri dalla lunetta a favore dei lombardi ma anche 30 falli contro vs 15 fischiati a favore) ma anche la sensazione sgradevole avuta seguendo la partita dal vivo. A mente fredda, dopo averci dormito su, con obiettività devo riconoscere che, in ogni caso, l’operato dei fischietti non era risultato determinante ai fini dell’andamento del match:  nonostante gli arbitri abbiamo condotto tutta la partita per poi cedere di schianto sul finire.  Alla fine il campo ha giustamente premiato chi più ha meritato. Da parte nostra dobbiamo fermarci a riflettere sui motivi che ci hanno portato oggettivamente a commettere tanti falli, anche se in misura inferiore a quelli fischiatici contro, e limare le piccole imperfezioni che ci sono costate i due punti, soprattutto le numerose palle perse. Non tutti i giocatori hanno ancora raggiunto il top della condizione e ciò nonostante abbiamo sempre condotto la partita e a metà dell’ultimo quarto eravamo ancora avanti nel punteggio. Poi negli ultimi minuti abbiamo ceduto, finendo per subire una sconfitta il cui margine di punteggio non dice comunque la verità, e chi ha visto la partita lo sa bene. Brava Orzinuovi a crederci fino alla fine ed a saper approfittare con freddezza della situazione finale, alla prossima però…”.

Il numero 1 bianconero termina la sua analisi con assoluta serenità: “Massima fiducia sulle potenzialità di Vanuzzo e compagni, pertanto non facciamo drammi, meglio una sconfitta oggi che più avanti, il cammino è ancora lunghissimo.  Dispiace tanto per i nostri sostenitori che hanno gremito il Benedetti in ogni ordine di posti offrendo una cornice di pubblico strepitosa. I tifosi sono stati meravigliosi e confidiamo di farci perdonare già sabato prossimo a Firenze, dove andremo per rifarci immediatamente”.

Ufficio Stampa