27 views

Buona la prima per la Gsa a Pisogne: 56-74

5 Ottobre 2014

La Gsa ha cominciato col piede giusto (foto Zamolo)

Solida e concreta. Così la Gsa Apu Udine ha vinto 56-74 a Pisogne contro la Vivigas Alto Sebino Costa Volpino all’esordio del girone B di serie B. Rimanendo avanti per 39’38”, i friulani di coach Luca Corpaci e del suo vice Federico Vignola hanno meritato il successo e dimostrato il loro valore all’alba del campionato contro una squadra insidiosa come quella lombarda. E’ stato il “bomber”, Vincenzo di Viccaro, a spaccare la partita nel primo quarto con tre triple consecutive dal 6-8 al 2’ al 6-17 al 4’, un break mai colmato dalla Vivigas. La Gsa, però, non ha solo vissuto su questo vantaggio, anzi l’ha aumentato subito (10-24 all’8’) non dando l’impressione di poter cedere lo scettro ai padroni di casa. Udine ha tirato benissimo al 10’ (57% dal campo di squadra, 67% da tre) e ha sempre tenuto a bada le scorribande lombarde. Prima del riposo, Pilotti ha contribuito per il +15 (23-38 al 18’), poi quando la Vivigas è risalita sul 32-40 al 22’ la Gsa è riscappata via con uno 0-10 concluso da Zampolli per il 32-50 al 25’. E’ stato il preambolo per il massimo vantaggio di +21 toccato sul 34-55 al 28’ toccato sempre da Zampolli. Nell’ultimo periodo, ordinaria amministrazione per la Gsa che ha innescato Poltroneri e fatto esordire al 38’ il giovane Bacchin. La cabala dice che nelle ultime tre stagioni chi ha affrontato e vinto all’esordio contro la Vivigas alla fine è stata promossa al piano superiore: si parla dell’attuale Mantova, poi Monticelli Brusati e, infine, la recente Legnano. Siete tutti autorizzati a fare i debiti scongiuri. Il commento del presidente Alessandro Pedone dopo aver seguito in diretta la sfida su FvgSport channel: «Complimenti a coach Corpaci la cui prima nota è stata perfetta, ora possiamo iniziare il concerto. In una serata positiva in cui tutti hanno dato il loro contributo, sono state poche le note stonate. S’è respirato un ottimo spirito di squadra e tra l’altro ci sono ampi margini di miglioramento. La squadra c’è, prepariamoci ad una sfida ostica contro Lugo domenica prossima al Benedetti in cui serve il grande apporto dei nostri tifosi. I romagnoli hanno già sulla loro cintura lo scalpo della Fortitudo Bologna e si candidano a ricoprire il ruolo di ammazzagrandi». Chiusura con dedica per l’ad e gm, Davide Micalich: «La dedica è per il nostro dirigente, Luciano Freschi, che è stato anche troppo a riposo ai box. Lo aspettiamo in forma più che mai al Benedetti»

VIVIGAS 56
GSA 74

15-25, 25-38, 43-55

VIVIGAS ALTO SEBINO COSTA VOLPINO
Centanni 19, Dri 2, Planezio 15, Macario 2, Di Gennaro 1, Meschino 4, Belloni 5, Spatti, Squeo 8; non entrato: Agliardi. Coach Crotti.
GSA APU UDINE
Anello 6, Piazza 3, Zacchetti 11, Zampolli 15, Mlinar 2, Di Viccaro 14, Pilotti 12, Principe 3, Bacchin, Poltroneri 8. Coach Corpaci.
Arbitri Cordone e Silva.
Note Tiri liberi: Vivigas 21/25, Gsa 7/10. Da tre: Vivigas 3/22, Gsa 9/21. Rimbalzi: Vivigas 31 (Centanni e Squeo 6), Gsa 35 (Piazza 5). Antisportivi a Poltroneri all’8’ (12-24) e Planezio al 14’ (19-29). Tecnico a Centanni al 19’ (25-38). 5 falli: nessuno.

Ufficio Stampa