7 views

Articolo di oggi sul MV – parla il pres Pedone

28 Dicembre 2014

Il presidente Pedone scrive al direttore del Messaggero Veneto (foto Zamolo)

Buongiorno, Direttore ti disturbo per attenzionarti sul curioso finale del corsivo odierno del tuo Redattore Valerio Morelli. Ancora una volta non si esime dal gettare discredito sul mio buon nome e su quello della Amici Pallacanestro Udinese, con un intento ormai palesemente distruttivo il nostro progetto. La sua capziosità e l’astio nei nostri confronti, ma sopratutto nei miei, toccano ormai vette surreali. Se si rilegge l’articolo infatti, incentrato correttamente sull’aspetto sportivo del match odierno, è facile capire che il finale non ha nessun senso, è decontestualizzato, è una stoccata gratuita e che per di più arta la realtà dei fatti. “Politica dei due forni”?! Ma scherziamo? Noi in alcune partite, per esigenze di ordine pubblico mi ripeto, saremo COSTRETTI a giocare a Cividale, non essendoci altri impianti disponibili a Udine purtroppo. O l’esimio Morelli, notoriamente esperto anche di questioni di security pubblica, crede che si possa restare al Benedetti con 500 tifosi bolognesi, attesi al seguito della Fortitudo?! O crede che nei play off si rischi ulteriormente? Abbiamo quindi inteso testare l’impianto di Cividale, saggiamente e previdentemente, in una kermesse importante come quella della partita con Orzinuovi, anche al fine di verificare se il nostro pubblico ci avrebbe seguito: e l’ha fatto! Non avremmo dovuto ringraziare il sindaco Balloch della cortese ospitalità? Mi spiace, ma abbiamo solide basi di educazione e la riconoscenza ne è fondamento. Ora veniamo all’accennata polemica sull’indennizzo che il Comune di Udine ci da, per la gestione in concessione dell’impianto. In primis giova ricordare che l’affidamento è frutto di una gara pubblica, quindi i dati riportati, con quelle righe astiose, non sono frutto di chissà quale indagine giornalistica, ma facilmente accessibili a chiunque. Poi bisogna ricordare che moltissimi impianti sportivi cittadini in concessione sono indennizzati alle società sportive dal Comune, non solo il nostro. Ma su tutto va ricordato che, perlomeno nel nostro caso: il Comune CI GUADAGNA, ovvero ci risparmia, e non poco. Infatti le spese dell’ultimo triennio del Comune per la gestione diretta dell’impianto erano di quasi duecentomila euro annui, oggi di MENO DELLA METÀ. Motivo poi per cui tutti, o quasi, i Comuni italiani esternalizzano le gestioni degli impianti sportivi, ma tant’è. Non entro poi del merito del fatto che il Morelli cita, livido, che gli altri utilizzatori dell’impianto ci pagano l’affitto, essendo noi il concessionario su cui gravano i costi di: riscaldamento, raffreddamento, manutenzioni, pulizie, custodia, conduzione, ecc. E ci mancherebbe, aggiungerei… Comunque ricordo che a tutte le altre Associazioni sportive abbiamo garantito gli stessi spazi che avevano prima, mantenendo invariate le tariffe. Infine sia chiaro che il sottoscritto col basket in termini economici non si arricchisce, ma ci rimette, e assai. L’arricchimento è di altro genere, il mio gruppo si impegna a sostenere lo sport perché crede nei suoi valori, nel fare qualcosa di bello per la nostra Città, in periodi difficili in cui trovare ulteriori risorse è quasi impossibile, togliendo risorse e tempo ad altro. Questo mio chiarimento, in una candida e ovattata mattina domenicale e di festa, è un atto dovuto. Anche questa domenica Valerio Morelli è riuscito a gettare delle inesistenti ombre sul nostro progetto, che è cristallino: vorremmo riportare Il basket udinese su importanti palcoscenici, magari proprio in quella serie A2 in cui anni fa purtroppo si fermò. E’ una colpa? Dobbiamo per questo temere quotidianamente di leggere qualche graffiante e delatoria riga del Morelli sul nostro conto? Per quanto ancora andrà avanti? Io, dal canto mio, sono abituato a combattere ogni giorno in azienda e con problemi ben maggiori, ma per obiettivi certo più gratificanti ed appaganti degli articoli che il sig. Morelli ci riserva, bontà sua. Con l’amaro in bocca, Buon proseguimento e Buon Anno a Te e a tutti. Il Presidente Amici Pallacanestro Udinese, Alessandro Pedone

Commenta le parole del presidente sulla pagina ufficiale facebook Apu Gsa Udine.

Ufficio Stampa

Altri articoli

Scopri